Formazione

Cinema in prospettiva: crescere con un film

Mettere nero su bianco quanto un film aiuti a sviscerare una tematica o una categoria di pensiero o come lo stesso possa essere analizzato e discusso da un punto di vista formativo, educativo, sociale o pastorale non è un’operazione semplice e nemmeno  banale. E’ un percorso di scrittura e approfondimento che richiede gli strumenti del mestiere dell’analisi critica filmica, ma che al contempo necessita della conoscenza di contenuti e dinamiche psicopedagogiche, dell’orizzonte cristiano e di elementi di teologia, della dottrina sociale della chiesa e di tanti altri significati ecclesiali. Insomma chi scrive con questo approccio intinge la sua penna in un calamaio colmo di un “background” tutt’altro che scontato. Anche la recensione del critico più accreditato può comunque essere poco per una manifestazione dove il film riveste il ruolo di agente formativo principale, tanto da richiedere invece un approfondimento corposo ma soprattutto mirato al target e alla tematica.


L’offerta tematica

Da un punto di vista formativo nella sua veste editoriale Cinema in prospettiva offre:

L’équipe di collaboratori di Cinema in prospettiva è inoltre a disposizione per la redazione di testi per ogni tipologia di richiesta. Dal camposcuola al ritiro spirituale, dal gruppo famiglie alla conferenza, dal laboratorio all’incontro associativo, dal meeting al workshop, Cinema in prospettiva si mette al servizio delle esigenze e delle caratteristiche dei diversi committenti.


VII INCONTRO MONDIALE DELLE FAMIGLIE

Cinema in prospettiva con la supervisione di don Gianluca Bernardini della diocesi di Milano ha curato le schede di analisi filmica con approccio pastorale in preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie che si terrà a Milano nel 2012. Sul sito Family2012 scaricabili gratuitamente le 200 pagine di approfondimento redatte per gli 11 film prescelti sui temi della famiglia, della festa e del lavoro! Un’occasione formativa ghiotta, significativa e originale.

Grazie a don Davide Milani, Angelo Chirico e Chiara Pelizzoni che hanno avuto fiducia in noi. Un’opportunità davvero entusiasmante.

Leggi l’introduzione di Cinema in prospettiva.